SECOND LIFE” seconda vita in rete,dove tutto è possibile

Creato nel 2003 dalla Linder Lab di San Francisco, Second life ,non è un videogioco, ma un MONDO VIRTUALE che in poco più di 3 anni è diventato un fenomeno globale , con 3 miliono e 800 mila ” residenti”.

Non si tratta soltanto di un immenso spazio ludico dove si possono conoscere persone di tutto il mondo , ballare, viaggiare, fidanzarsi avere rapporti sessuali  o andare ad abitare in una casa creata e arredata a propria misura .

In second life è possibile avere un’attività commerciale , gestire un locale , aprire un punto vendita .. fare affari che possono tradursi in soldi veri.

Questo potenziale business ha attirato non solo privati cittadini ma anche aziende , diverse griff sono già sbarcate su questo terreno ancora vergine, tutto da colonizzareReebok, Nike e Amazon , ci sono negozi all’interno di SL nei quali vendono articoli virtuali per vestire ed attrezzare gli avator ( corpi digitali, immagine che rappresenta la persona nel mondo virtuale )sia gli oggetti che vengono recapitati a casa dall’acquirente.

images.jpg images2.jpg 4f.jpg images34.jpg images6798.jpg images6rbv.jpg

MONDI PARALLELI CHE SI INCONTRANO

Il confine tra reale e vituale è quindi molto labile . Microsoft ha scelto SL per presentare il suo nuovo sistema vista , ci sono campi virtuali di giornalisti reali che lavorano in SL come inviati in agenzia esperti di animazione tridimensionale che vendono le loro creazioni  a chi non ha le stesse competenze.

Anche il mondo dello spettacolo si è lasciato attrarre dalle potenzialità di SL : gli U2 si sono esibiti in concerto attraverso i loro avatar e la stessa cosa hanno fatto Peter Gabriel  e Suzanne Vega. Perfino la politica made in Usa ha subito il fascino dell’universo parallelo e il candidato democratico alla casa bianca.

L’italia inizia ora ad avvicinarsi con grande interesse a questa realtà :Radio deejay ha celebrato qui il suo 25 compleanno con Linus in versionec digitale e persino Valeria Marini si è creata un avatar per muoversi nel quartiere “Parioli”( area italiana con tanto di colosseo e piazza sullo sfondo).

Leandro Agrò ,progettista di interfacce e creatore dell’isola e delle comunity battezzate “IDEARIUM”

www.idearium.org , racconta che si stanno attivando i progetti più vari : dai workshop alle esposizioni d’arte  PERCHè SI è SEMPRE PIU’ CONVINTI CHE SECOND LIFE OGGI SIA COME INTERNET NEGLI ANNI 90‘: realtà ancora elitaria , ma destinata a diventare di massa.

informazioni tratte  dal mensile cartaceo FRIENDLY di  Aprile 2007 

~ di moki84 su 4 giugno 2007.

Una Risposta to “SECOND LIFE” seconda vita in rete,dove tutto è possibile”

  1. il magazzino delle solitudini

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: